Cala Garibaldi spiagge per bambini in Sardegna
mare,  Sardegna

Cala Garibaldi: la spiaggia dell’Eroe dei due Mondi!

So che non dovrei dirlo, ma non posso negarlo: Cala Garibaldi è stata la spiaggia che più ci è piaciuta tra tutte quelle che abbiamo visitato durante il nostro soggiorno a La Maddalena (per saperne di più basta cliccare qui).

L’unica in cui siamo ritornati più volte! 🙂

Non so cosa ci abbia particolarmente colpito di questa spiaggia (dato che tutte quelle visitate sono bellissime), ma provo comunque a spiegarvelo in questo post.

Perciò se siete curios*, continuate a leggere qua sotto! 😉

Cala Garibaldi e l'”Eroe dei due Mondi”.

Inizio a parlarvi di questa spiaggia dal suo nome così importante.

Cala Garibaldi si chiama così perché un tempo “zio Giuseppe” (così l’ho presentato a Michele per rendere la sua storia familiare) ormeggiava qui le sue barche, in un molo ancora esistente e visitabile.

In effetti la casa del nostro eroe non dista tantissimo (vi parlerò in un post apposito di questo interessante monumento) e devo ammettere che Garibaldi aveva un certo gusto nel scegliere la location per le sue barche e la sua abitazione. E bravo “zio Giuseppe”! 😉

Cala Garibaldi nell'Arcipelago di La Maddalena
Cala Garibaldi.

– Spiaggia e mare (e Garibaldi e villaggio abbandonato).

Lo so, a questo punto vi state ponendo delle domande: soprattutto in merito al villaggio abbandonato.

Vediamo di procedere per ordine…

Per quanto riguarda la spiaggia e il mare posso semplicemente ripetere quello che ho detto negli ultimi post: la sabbia è fine, ma questa volta non è bianca ma di uno splendido color oro che sbrilluccica al sole. L’acqua è trasparente (a momenti sembra che non ci sia) e il fondale degrada lentamente.

Su Garibaldi vi ho già spiegato il suo legame con la spiaggia e il perché di questo nome importante.

Non mi resta che parlarvi del villaggio abbandonato…

Il mistero del villaggio abbandonato.

Arrivando a Cala Garibaldi, dopo aver ammirato la bellezza di questo angolo di mondo, la vostra attenzione sarà sicuramente attratta da alcune (parecchie in realtà) capanne circolari in legno e paglia che spuntano dalla macchia mediterranea e arrivano sino al mare.

Intuirete subito che si tratta del tipico villaggio turistico anni 70/80 (di quelli dei telefilm con Jerry Calà per intenderci); una struttura molto grande e completamente abbandonata.

Come tutti i presenti in spiaggia, incuriosita (ma anche papà Paolo lo era molto), ho cercato informazioni su questa struttura. E non accontentandomi di quelle passate dai vicini di ombrellone (che avevano sentito dire da chi aveva sentito dire), ho cercato notizie sul web e chiesto anche a dei “maddalenini doc” (insomma sono andata direttamente alla fonte).

Al fine di risparmiarvi la fatica che ho fatto io per reperire le informazioni e soddisfare la vostra naturale curiosità, vi racconto cosa ho scoperto! 😉

Cala Garibaldi spiagge per bambini in Sardegna
Michele che corre (strano!) e in lontananza il molo di Garibaldi.

Le notizie trovate dicono che si tratta di un villaggio Club Med, aperto nel lontano 1953 con il nome di Club Magique. Dopo 60 anni di attività (che i maddalenini ricordano con nostalgia per le grandi feste che si realizzavano e per le turiste straniere) a fine 2013 il villaggio è stato chiuso e abbandonato, e il terreno è stato restituito alla Regione. Stando alle notizie trovate, il motivo di tale decisione sta nell’inadempienza della Regione Sardegna a rispondere in qualche modo al progetto di ampliamento e riqualificazione presentato dalla Club Med.

Ora, non è questo il luogo per soffermarsi sui motivi della chiusura (dovrei aprire un blog a parte), certo è che il Magique si trova in stato di abbandono da una decina d’anni deturpando il paesaggio, costituendo un potenziale pericolo per i bagnanti e impedendo di fatto agli stessi di godere appieno di questa spiaggia.

Il complesso turistico infatti occupa la grande pineta posta alle spalle della spiaggia e oggi non praticabile per motivi di sicurezza.

Mi chiedo cosa ci voglia a risolvere questa situazione e migliorare così la fruibilità di questo luogo.

– Dove si trova.

Cala Garibaldi si trova nella parte occidentale di Caprera (se volete sapere di più su quest’isola potete cliccare qua).

Per raggiungerla, una volta superato il ponte che collega Caprera a La Maddalena, dovrete svoltare nel primo incrocio a sinistra. Proseguite sulla strada sterrata sino a giungere in prossimità della spiaggia, dove è presente un piccolo spiazzo che funge da parcheggio (gratuito).

– Perché è adatta ai bambini.

Un po’ ve l’ho già anticipato quando vi ho parlato dell’acqua cristallina e del fondale che digrada molto lentamente.

Aggiungo che la presenza di alcune rocce in acqua permette la formazione di numerose piscine naturali molto apprezzate dai bambini.

Certo, se la pineta fosse completamente praticabile sarebbe perfetta! 😉

Cala Garibaldi spiagge di Caprera
Verde e blu.

– Informazioni utili.

La prima informazione che mi viene da darvi è quella di stare molto attenti alle vespe.

Quest’anno erano tantissime!

Non erano fastidiose finché non pensavi di mangiar qualcosa!

E infatti all’ora di pranzo la spiaggia si è svuotata perché tutti i presenti hanno consumato il proprio pasto “a bagno”! 🙂 🙂 🙂

Aggiungo dicendo che Cala Garibaldi non è una spiaggia attrezzata; quindi portatevi tutto il necessario. Soprattutto se avete bimbi con voi!

Il parcheggio, seppur piccolo, è vicinissimo alla spiaggia. Fattore che reca pura gioia nei genitori/trasportatori bipedi di giochi!

Concludendo…

Con il dramma dei genitori che devono caricarsi chili e chili di giochi da mare per la gioia dei loro bambini concludo questo post.

Conoscevate Cala Garibaldi o vi ho fatto venir voglia di visitarla? Come sempre aspetto i vostri commenti.

E come sempre vi invito a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest.

Il prossimo post concluderà in racconto della nostra esperienza a La Maddalena. Chiudo in grande parlandovi del Compendio Garibaldino.

A presto! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *