Seguimi papà 2018: il viaggio che ci porta a scoprire l’Italia.

Ed eccoci qua… manca veramente pochissimo alla partenza.
Meno di 24 ore e io, tra le 1525 cose da fare, ho anche trovato il tempo di scrivere questo post che vuole essere un promemoria per me e una sorta di regolamento sul nostro viaggio/gioco estivo, giunto ormai alla sua terza edizione: Seguimi papà. 🙂

Ma soprattutto è un “foglio informativo” per papà Paolo, che da domani si presterà a seguirci per la Penisola, ignorando completamente le tappe di questo viaggio.
Anzi, questo messaggio è proprio per lui: qui troverai le prime informazioni riguardanti la tua personalissima “caccia al tesoro”! 😉

Bene, premesso questo posso iniziare a parlarvi nel dettaglio di questa edizione di Seguimi papà.
Perciò se siete curiosi e, magari, ancora non sapete cosa sia questo originale viaggio, vi consiglio di continuare a leggere il post! 😉

Seguimi papà (edizione 2018): il nostro viaggio dell’estate.

Chi ci segue da tempo ormai lo sa, e anzi aspetta quest’appuntamento per scoprire dove porteremo e cosa faremo fare al “povero” papà Paolo, che ci seguirà in giro per l’Italia alla scoperta di realtà e attrazioni più o meno conosciute.

Per dirla in breve, Seguimi papà è una vera e propria caccia al tesoro: ogni giorno consegneremo a papà Paolo (e a voi che dovrete gareggiare con lui) degli indizi per scoprire la tappa successiva.
Solo in quel momento e “spremendo le meningi” (aiutato dalla tecnologia), papà Paolo scoprirà dove verrà catapultato il giorno seguente, ma non saprà, fino al momento in cui arriva nel posto indicato, le esperienze che dovrà vivere (solo o con noi).
E vi posso assicurare che ci saranno esperienze veramente originali.
Perciò seguiteci in diretta sulle “stories” di Instagram e sugli altri canali social (se non lo fate già, è il momento buono per iniziare). 🙂

Fin qui tutto normale (o quasi).
La novità di quest’anno è però che Seguimi papà cresce e ha due compagni di viaggio molto importanti: il primo sono le #navigialle di Corsica e Sardinia Ferries che avranno il compito di traghettarci da e per la Sardegna.
Con loro inizieremo e concluderemo la nostra avventura… e sappiamo che sapranno coccolarci come sempre! 🙂
Il secondo è Musement, il portale di prenotazione online di biglietti e visite guidate.
Tra le sue tante proposte, ne abbiamo trovate alcune perfette per il nostro viaggio e abbiamo deciso di provarle (o farle provare alla nostra vittima, papà Paolo).
Se volete saperne di più su Musement e i suoi servizi, vi consiglio di cliccare qui.

E poi ci sono le tante collaborazioni con enti, strutture ricettive, operatori turistici e culturali… di cui però, per il momento, non vi dico di più perché potrei svelare troppo.
Imparerete a conoscerli insieme a noi, ogni volta che li incontreremo.

Anzi, credo che a questo punto sia giunto il momento di spiegarvi come seguirci nel nostro viaggio e, soprattutto, come competere con papà Paolo. 😉seguimi papà 2018

Seguimi papà 2018. Dove e come seguirci.

Che siamo social lo sapete, perciò è quasi scontato dirvi che potrete seguirci sui social perché lì racconteremo i momenti salienti del nostro viaggio.
Abbiamo anche pensato a un hashtag speciale #seguimipapà18.

Ma se volete esser super aggiornati sulle nostre avventure, dovrete seguirci sulle “stories” di Instagram… è qui che terremo il diario di viaggio giornaliero, ma è qui soprattutto che vi daremo in anteprima gli indizi per poter gareggiare con papà Paolo.
Quindi se ancora non lo fate, seguiteci pure sul social fotografico per eccellenza! 😉

A fine viaggio, una volta rientrati a casa… dopo le 999 classiche lavatrici (anzi tra una lavatrice e l’altra, così non perdiamo tempo), vi racconterò i dettagli della nostra avventura.

Mi raccomando, non lasciateci soli in quest’avventura…

Seguimi papà 2018. Dove andremo.

Eh… vi piacerebbe saperlo, ma non ve lo dico (legge anche papà Paolo) perché svelerei la sorpresa!
E poi chi lo sente il mio piccolo socio! 😉

Sappiate che domani, prestissimo, saliremo in auto, direzione Golfo Aranci dove ci sarà ad attenderci una “nave gialla” (ribattezzata da Michele “la nave dei mori”) che ci condurrà a Livorno… da lì inizierà il nostro viaggio alla scoperta del Bel Paese.
Il primo indizio sarà consegnato a papà Paolo proprio sulla nave, ma, dato che siamo molto buoni, a voi lo daremo stasera sulle “stories” di Instagram.
Vediamo se con questo vantaggio riuscirete a battere papà Paolo. 😉

Dopo aver girato un po’ per l’Italia centro settentrionale, arriveremo in Calabria (dai parenti), dove sosteremo qualche giorno per poi ripartire con altre tappe.
Ma questa volta abbiamo intenzione (se l’influenza della scorsa volta mi lascia in pace) di scoprire il territorio da cui arriva metà del DNA di papà Paolo, quindi seguiteci anche lì. 🙂

E adesso… è giunto il momento di preparare le valige: costumi da bagno, scarpe comode, felpe, pantaloncini, macchina fotografica, Go Pro.
Voi intanto ricordatevi di seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest, Google +.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto la privacy policy.