primavera in Sardegna con bambini
Appunti di Viaggio,  Lifestyle

Primavera in Sardegna: colori e profumi di un’isola in fiore

Anche se questo tempo non è proprio quello a cui siamo abituati, da quasi 20 giorni è iniziata la primavera.

Nonostante la pioggia di quest’ultima settimana la primavera è nell’aria; è tutt’intorno a noi. Proprio per questo motivo ho deciso di riprendere in mano questo post in cui spiego perché, secondo me (ma è una certezza), la primavera è la stagione perfetta per venire a scoprire la mia isola, la Sardegna.

Allora siete pronti a conoscere la Sardegna in fiore?

Benissimo, continuate a leggere qua sotto! 😉

Un post che profuma di primavera!

Inutile dirvi che la primavera è una delle mie stagioni preferite (in realtà, per carattere, trovo il bello in qualsiasi stagione)

Ma è ancora più inutile dirvi, come ho già anticipato in premessa, che la primavera è la stagione perfetta per visitare la Sardegna è scoprire cosa la mia isola ha da offrire! 🙂

Ho scritto questo post in particolare per gli scettici; per coloro che ancora non sono convinti di questa mia affermazione.

cosa fare in primavera in Sardegna

Voglio raccontarvi quanto sia bella la primavera in Sardegna e quante cose ci siano da fare e vedere in questa terra dalla curiosa forma di sandalo. Ovviamente il tutto a misura di famiglia! 🙂

Allora, siete pronti a scoprire insieme a noi la primavera in Sardegna?

Sentite già il profumo dei fiori e vi è presa un’irrefrenabile voglia di correre per i prati?

Benissimo siete nel posto giusto!:)

La primavera in Sardegna è colori, profumi, sapori, persone, bellezza, cultura e storie… tante storie da raccontare.

Perciò, lo ribadisco, mettetevi comodi perché avete da leggere un post che profuma di primavera! 😉

La primavera in Sardegna: un tripudio di profumi, colori e sensazioni.

Come vi dicevo, il mio carattere estremamente ottimista (tranne in particolari periodi, riconducibili a qualche giorno al mese) mi porta ad apprezzare il lato positivo di ogni stagione: dalla cioccolata calda ai tuffi! 🙂

Indubbiamente però la primavera ha il sapore del risveglio (paradossale per una stagione dispensatrice di “abbiocco a oltranza”)… è il momento in cui la natura si risveglia e a noi viene voglia di uscire.

Le giornate diventano più lunghe e abbiamo più tempo a disposizione per stare fuori casa e goderci il sole (quando non piove da settimane). 😉

Della primavera dunque amo l’atmosfera di rinascita e di risveglio che si respira ovunque.

Mi piacciono i suoi profumi e i suoi colori, e da quando c’è Michele ho imparato ad apprezzare anche aspetti che prima ignoravo completamente (ignoravo per non rimanerne disgustata): vedi gli insetti.

Ormai staremo ore a guardarli svolazzare di fiore in fiore, per non parlare delle formiche a cui doniamo briciole in grande quantità.
Se vi capiterà di vedere formiche obese, potete star certi che ci hanno incontrato! 🙂

primavera in Sardegna con bambini
Scampagnate e natura.

Insomma la primavera ci piace proprio tanto!

In più abbiamo la fortuna di vivere in un’isola che in questa stagione da il meglio di sé. 🙂

Eh si… perché la primavera in Sardegna è differente!
E non lo diciamo tanto per dire!
Scopritelo insieme a noi! 🙂

La primavera in Sardegna: mille esperienze da fare in famiglia.

La primavera in Sardegna è qualcosa di speciale anche perché sono tantissime le esperienze che si possono vivere e condividere con tutta la famiglia.

Nel post ve ne indico qualcuna (ma vi assicuro che sono molte di più).

1. Natura

Se siete amanti della natura (o qualcuno della famiglia lo è), la Sardegna è la regione che fa per voi.

Non mi dilungo a descrivervi cosa sia il risveglio della natura in Sardegna perché, per quanto belle e ricercate siano le parole che uso, non renderebbero mai giustizia alla poesia dei colori e profumi dei campi fioriti, con tanto di pecorelle!
Dovete venire qui per scoprirlo da soli! 😉

Posso però darvi qualche suggerimento su cosa fare in Sardegna per stare a stretto contatto con la natura! 🙂

Ad esempio, sapevate che siamo un’isola ricca di cascate?

Non l’avreste mai detto, vero?
Invece è proprio così, ed alcune sono molto belle e particolarmente adatte a far vivere un’avventura entusiasmante ai bambini.

Come quelle di Triulintas in territorio di Martis.

Noi ci siamo stati, in primavera, con un Michele piccolissimo e l’esperienza è stata così bella che ci ho scritto un post (lo potete leggere cliccando qui).

cascate di triulintas in primavera
Le Cascate di Triulintas a Martis.

Ma, a proposito di acqua, siamo anche una regione ricca di laghi e alcuni di questi offrono dei percorsi naturalistici molto interessanti, come nel caso del Lago di Baratz, l’unico di origine naturale dell’isola.

Noi ci siamo stati (e ti pareva!) e posso garantirvi che è stata un’esperienza molto stimolante e divertente. Ve la racconto in un post che potete leggere cliccando qua.

Ci sono poi alcuni parchi dove poter trascorrere delle belle giornate all’aria aperta e bere dell’acqua buonissima!

È il caso del Parco di San Leonardo a Santu Lussurgiu con le sue sette fonti (potete leggere il post cliccando qui).

Ma cosa c’è di più bello e affascinante che entrare nelle viscere della terra?
La primavera in Sardegna offre anche questa possibilità!

La Grotta di Nettuno, con la sua panoramica e bellissima scalinata, è sicuramente una delle più suggestive (potete leggere il racconto semplicemente cliccando qua).

2. Divertimento.

Volete passare qualche giornata all’insegna del divertimento?
Benissimo, la primavera è forse la stagione migliore per visitare i parchi tematici della regione.

Vi segnalo il parco della “Sardegna in Miniatura” che vi permetterà di percorrere l’isola in lungo e largo (circumnavigazione compresa!) in poche ore. Le attrazioni di questo parco sono veramente tante e ognuna saprà incuriosire e far divertire tutta la famiglia (trovate il post cliccando qui).

In famiglia c’è qualche appassionato di dinosauri?


Perfetto, abbiamo il luogo che fa per lui! 🙂

Un parco, in agro di Oristano, dedicato al mondo dei dinosauri.
Si chiama Dinosardo (io adoro questo nome) ed è adattissimo anche ai bambini più piccoli. Ovviamente ho scritto un post al riguardo e lo trovate cliccando qua.

Vi affascina il mondo sottomarino?

Abbiamo quello che fa anche per voi!

A Cala Gonone si trova un bellissimo acquario che è il fratello minore di quello di Genova.
Assolutamente da non perdere! Ovviamente potete leggere il nostro post cliccando qui. 😉

acquario di Cala Gonone in primavera
L’Acquario di Cala Gonone.

3. Archeologia e musei.

Se in famiglia c’è un amante della storia e dell’archeologia, potete stare tranquilli… di storia ne abbiamo da vendere. 🙂

Sono centinaia i siti archeologici che potrete visitare, e la maggior parte di questi si trovano in contesti paesaggistici spettacolari.

Una storia millenaria ha bisogno di tante testimonianze!

Noi ne abbiamo tantissime e raccontano di un popolo unico che ha saputo costruire una civiltà originalissima che solo attualmente sta trovando la giusta considerazione e collocazione nella Storia con la “S” maiuscola (ne ha parlato anche l’Albertone Angela nazionale).

Potrete visitare muraglie megalitiche come quella, straordinaria, di Monte Baranta a Olmedo, da dove si può ammirare tutto il golfo di Alghero (per maggiori dettagli cliccate pure qua).

Oppure i nuraghi, le maestose torri che si elevano solitarie nelle campagne sarde.

Quello di Losa è talmente bello che gli abbiamo dedicato un post (per leggerlo potete cliccare qui).

Potrete entrare dentro quelle che, per la loro dimensione e forme, vengono chiamate comunemente “case delle fate” (domus de janas).

A Sedini ce n’è una così bella che è stata trasformata prima in un’abitazione e poi in un museo (cliccate qua per maggiori dettagli).

Inoltre, potrete ammirare ciò che rimane della dominazione di epoca romana, come le rovine di Turris Libisonis, l’attuale Porto Torres (per il post cliccate pure qui).

E se la vostra fame di storia non è ancora esaurita sono numerosi i musei che custodiscono le preziose testimonianze del nostro passato, come il piccolo ma ricchissimo Museo Archeologico di Viddalba (cliccate qua per maggiori info) o quello di Ozieri (cliccate qui per il post), per citarne solo alcuni.

Nuraghe Losa in primavera.
Primavera al Nuraghe Losa.

4. Arte, storia e personaggi illustri.

Il patrimonio culturale e paesaggistico della Sardegna non si esaurisce con i siti di interesse archeologico e naturalistico.

Se amate l’arte o volete approfondire la conoscenza dei personaggi che hanno contribuito a rendere illustre l’Isola, abbiamo qualche suggerimento utile.

Sapete che sono una storica dell’arte, quindi quando si parla di quest’argomento vinco facile. 😉

Per poter conoscere meglio la produzione artistica isolana più o meno recente vi consiglio una visita alla Pinacoteca Nazionale di Sassari, su cui ho scritto in un post dove ho evidenziato il suo percorso espositivo particolarmente adatto ai bambini (potete trovarlo cliccando qua).

Oppure vi consiglio un altro museo, che a me ha entusiasmato particolarmente per la sua collezione.

Si tratta del Museo Ciusa a Nuoro, dove avrete modo di ammirare alcuni capolavori dell’arte contemporanea sarda (potete leggere il post cliccando qui).

Nuoro vi permetterà inoltre di conoscere meglio l’unica donna insignita del Premio Nobel per la letteratura.

Sto parlando proprio di lei, Grazia Deledda.

Nuoro infatti è la sua città natale e qui potrete visitare la casa in cui trascorse la sua infanzia e giovinezza.
Noi ci siamo stati con un Michele minuscolo e potete leggere la nostra esperienza cliccando qua.

Ma se vogliamo parlare di grandi personaggi e di musei adatti ai bambini, non possiamo non citare la Casa Museo di Antonio Gramsci a Ghilarza, il cui percorso di visita è pensato appositamente per i bambini.

Trovate tutto nel post che potete leggere cliccando qua.

cosa fare in primavera in Sardegna
Al Museo Ciusa di Nuoro.

5. Paesi e itinerari.

Se poi amate i viaggi lenti e i luoghi che permettono di entrare a contatto con la quotidianità della comunità che ci vive, sappiate che la ricchezza di questa terra sono proprio i piccoli paesi.

Sono loro che custodiscono la maggior parte del patrimonio culturale della regione.
E, paradossalmente, più piccoli sono più prezioso è il loro tesoro! 🙂

Noi li amiamo così tanto che li visitiamo e raccontiamo uno per uno, oppure ve li proponiamo con degli itinerari già belli che pronti!

Siamo o non siamo troppo bravi! 😉

Sardinia Family Travel Planner… un modo perfetto per scoprire la nostra isola in primavera.

Se con questo post vi ho fatto venire voglia di scoprire la primavera in Sardegna, ma non sapete da che parte iniziare e avete bisogno di informazioni dettagliate e suggerimenti, nessun problema!

Proprio per risolvere i problemi di pianificazione del vostro viaggio in Sardegna, in accordo con Michele, abbiamo pensato di avviare il servizio di Sardinia Family Travel Planner.

Voi dovete parlarmi dei vostri progetti, interessi e passioni, io vi aiuterò a organizzare la vostra esperienza di viaggio in Sardegna su misura.
In poche parole metto a disposizione le nostre conoscenze e i nostri contatti per rendere unica la vostra avventura.
In più, se lo desiderate, potremo organizzare qualche escursione insieme. 🙂

Se siete curiosi e volete saperne di più, troverete maggiori informazioni cliccando qui.

In conclusione…

Sono riuscita a fugare tutti i vostri dubbi e a convincervi di quanto la primavera sia una stagione perfetta per scoprire la Sardegna?

Per aiutarvi nella scelta delle destinazioni migliori in questa stagione, anche per una breve gita fuori porta, ho pensato di pubblicare alcuni itinerari che vi porteranno alla scoperta di alcuni territori, particolarmente adatti a essere visitati in questa stagione dell’anno.

Dovete solo avere un po’ di pazienza e aspettare i prossimi post!

primavera in Sardegna cosa vedere
A spasso per i piccoli paesi! (nella foto Banari)

Un’ultimo consiglio, se state pensando di venire in Sardegna vi consiglio di viaggiare con le “navi gialle” di Corsica e Sardinia Ferries. E’ di pochi giorni fa la notizia del restyling dell’aree gioco destinate ai piccoli viaggiatori. Ovviamente Michele non vede l’ora di provarle! 😉

Noi viaggiamo abitualmente su queste navi e potete trovare suggerimenti e racconto cliccando qua.

Adesso vi chiedo un favore!

Devo organizzare le prossime escursioni (Pasquetta compresa). Si accettano consigli! Anzi direi che vi aspetto nei commenti con i vostri consigli! 🙂

Vi ricordo anche che potete (dovete) seguirci anche su Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest. Così potrete sempre restare aggiornati sulle nostre avventure! 🙂

Ah quasi dimenticavo… la Sardegna in primavera è perfetta per essere visitata in lungo e in largo in camper! Ecco, io l’ho detto! 😉

A prestissimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *