Autunno in Sardegna: 5 buoni motivi per venire a trovarci!

Autunno in Sardegna.

Siete mai stati in Sardegna in autunno? Avete mai visto i suoi paesaggi tingersi dei colori autunnali? Avete mai passeggiato per le strette vie dei suoi borghi avvolti dal profumo delle caldarroste? Avete mai assaporato la nostra ospitalità e assaggiato i nostri dolci? Avete mai sentito i racconti degli anziani seduti davanti al camino tra una fetta di “pane e salsiccia” (ma anche formaggio ;)) e un bicchiere di buon vino rosso? Insomma avete mai vissuto l’esperienza di conoscere l’autunno in Sardegna? Noooo! Allora non sapete cosa vi state perdendo!

Autunno in Sardegna

Il borgo di Lollove (NU)

Per fortuna ci siamo noi che con questo post vi vogliamo fornire 5 buoni motivi per conoscere la Sardegna in questa particolare stagione dell’anno! 🙂

L’autunno in Sardegna.

Personalmente amo l’autunno. È un periodo di transizione, e come tale ne ho sempre apprezzato le tante sfaccettature. In autunno  tutto si trasforma: cambiano le nostre abitudini, i tempi della giornata, i colori di ciò che ci circonda, i profumi e i sapori.

L’autunno in Sardegna ha poi tutto un suo fascino particolare. L’interno del l’Isola si risveglia dal torpore estivo e inizia a prepararsi all’inverno. È la stagione della vendemmia, delle feste e degli assaggi. Tutto si fa più lento, ma in realtà tutti si danno un gran da fare!

L’autunno è il periodo ideale per scoprire questa regione: per conoscere i suoi paesi con le rispettive tradizioni e immergersi nella natura più selvaggia. Il clima così mite (soprattutto negli ultimi anni) contribuisce a rendere questa periodo dell’anno perfetto per trascorrervi un soggiorno più o meno lungo, permettendoci – se siamo molto fortunati – qualche bagno fuori stagione. Non potete immaginare lo splendore delle nostre cale quando sono deserte! È un’esperienza che bisogna assolutamente vivere per comprenderla! 🙂

5 buoni motivi per visitare la Sardegna in autunno.

Iniziamo col dire che l’autunno in Sardegna non è per tutti. È una destinazione adatta a un certo tipo di viaggiatori: coloro i quali amano calarsi a fondo nella quotidianità dei luoghi e delle comunità che visitano.

Chi non vuole essere un semplice turista, ma vuole intraprendere un vero e proprio viaggio alla scoperta della nostra essenza dovrebbe venire a conoscerci in autunno. Nel suo itinerario dovrebbe alternare tappe costiere, perché il nostro mare offre paesaggi stupendi ogni periodo dell’anno, alle zone interne, dove potrà godere di una genuina ospitalità!

Chi desidera immergersi nei nostri ritmi e conoscere in maniera meno superficiale le nostre abitudini e tradizioni deve venire a trovarci in autunno. È il momento in cui i paesi si animano e si vestono dei colori della festa!

Vogliamo sfatare il mito della Sardegna come meta esclusiva delle vacanze estive, questa regione ha qualcosa da offrire ogni stagione dell’anno, ovviamente dipende da cosa i viaggiatori cercano in una destinazione. Nasce così l’idea di questo post col quale vogliamo suggerirvi 5 buoni motivi per venire nell’isola dalla curiosa forma di sandalo in autunno:

Autunno in Sardegna.

San Pietro di Onanì.

  1. ritmi lenti e luoghi isolati. Se state cercando un luogo ideale dove trascorrere le giornate in piena calma seguendo i ritmi della natura e lasciandovi avvolgere dal silenzio che vi circonda, avrete solo l’imbarazzo della scelta. Sono tantissimi i piccoli paesi dove potrete trovare la pace che state cercando, lontano da tutti e da tutto. Circondati da una natura selvaggia potrete concedervi delle lunghe passeggiate, magari alla ricerca di castagne e funghi! Rimarrete stupiti dalla quantità di siti archeologici che circondano ogni paese, anche il più piccolo, a testimonianza di una storia millenaria. La sera poi potrete fare amicizia con gli abitanti del luogo, magari sorseggiando un ottimo vino del contadino, che si sa: scioglie la lingua e aiuta le relazioni! 😉
  2. Tradizioni, musica e balli. L’autunno è il momento delle feste: ogni paese per quest’occasione riscopre le antiche tradizioni. Vi capiterà di essere travolti dal ritmo dell’organetto e dai colori degli abiti tradizionali. La manifestazione più conosciuta è sicuramente “Autunno in Barbagia”, giunta ormai alla 15° edizione. Oltre 20 paesi di questo straordinario territorio dell’entroterra si mettono in vetrina per promuovere i loro prodotti e le loro tipicità. Vi capiterà di vedere in diretta come si produce il formaggio o come si tesse al telaio un tappeto! Per informazioni sul programma 2016 potete cliccare qui.
  3. Cultura e storia. Se amate conoscere la storia di ogni territorio che visitate, la Sardegna ha da offrivi testimonianze millenarie e splendidi esempi della nostra produzione artistica. L’isola è infatti disseminata di musei e siti archeologici (spesso liberamente accessibili). Potrebbe essere l’occasione giusta per conoscere dal vivo gli straordinari Giganti di Mont’e Prama o gli imponenti nuraghi.
  4. Città storiche e borghi caratteristici. L’autunno è la stagione ideale per conoscere i nostri centri abitati e il loro patrimonio culturale. Grandi città come Cagliari e Sassari vi stupiranno con il loro patrimonio storico-artistico, mentre sarà assai piacevole e rilassante passeggiare per le vie dei piccoli e caratteristici borghi siano essi costieri o situati nelle zone interne.
  5. Natura incontaminata. I colori autunnali donano particolarmente alla Sardegna. Vi consigliamo una passeggiata nei boschi, immersi completamente nella natura per godere appieno delle bellezze che questa stagione sa offrire. Sono numerosi gli angoli, spesso poco conosciuti, che possono offrire momenti di relax o essere ideali per il turismo attivo. Tra cascate, laghi e boschi avrete solo l’imbarazzo della scelta. 🙂

    Autunno in Sardegna

    I boschi in autunno.

  6. Sapori e profumi. Se amate la buona cucina e siete convinti che conoscere un luogo significhi assaporarne anche i suoi piatti tradizionali, qui troverete pane per i vostri denti!  L’autunno è il momento giusto per gustare la cucina sarda: dalla pasta fatta a mano alla carne arrosto, per non parlare degli squisiti e “artistici” dolci tradizionali.
Consigli pratici su come raggiungere la Sardegna.

Se con il nostro post vi abbiamo fatto venire voglia di conoscere l’autunno in Sardegna non dovete fare altro che organizzare il vostro viaggio per raggiungerci. 🙂

Per potersi spostare liberamente e facilmente (i collegamenti pubblici non sono proprio un nostro forte) consigliamo di venire “auto muniti” o comunque di prevedere il noleggio di un’autovettura. In questo modo potrete organizzare tranquillamente le vostre escursioni alla scoperta del nostro territorio.

Nel caso decidiate di venire con la vostra macchina dovrete necessariamente viaggiare in nave da uno dei porti di collegamento. Dato che siamo nell’era del 2.0 potrete prenotare online i traghetti per la Sardegna: noi vi consigliamo di farlo consultando il sito http://www.traghetti-sardegna.it/!

Se poi volete qualche suggerimento su degli itinerari da realizzare provate a leggere il nostro blog! Speriamo di esservi d’aiuto! 🙂

1 Commento

  1. Pingback: Sardegna in famiglia: un'isola da vivere insieme! - bimboinspalla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *